Seleziona una pagina

Web design o web design Trieste? Avvocato o avvocato Bologna? Ma anche organic flour o italian organic flour? Non sempre la scelta è ovvia.

SEO: osare global?

SEO: osare global o accontentarsi di volare local?

Non voglio limitare l’offerta alla mia città, vorrei essere visibile anche altrove … quante volte abbiamo sentito queste parole! Ma a parte pochi casi di nicchie felici, la maggior parte delle aziende deve fare i conti con la concorrenza, anche nei motori di ricerca. Nella SERP (search engine results page) il nostro sito deve spiccare tra tutti gli altri, ma più numerosi sono i concorrenti e più è difficile posizionarsi ai primi posti … Cosa fare per non finire in decima pagina?

A volte la decisione è semplice

In caso di aziende che offrono servizi che prevedono un intervento fisico o un incontro personale tra venditore e acquirente, si punta sulla SEO locale dando evidenza nei contenuti e nei meta tag sia al prodotto sia alla località in questione (ad esempio idraulico Verona, autista Torino, ristorante Napoli, parrucchiere Milano).

Non sempre la scelta è ovvia

Alcuni servizi si prestano ad essere erogati anche a distanza: un web designer di Trieste può lavorare per aziende in tutta Italia e un architetto di Venezia può accettare incarichi anche a Bologna … In questi casi si deve decidere se ottimizzare il sito per la ricerca locale (ad es. web design Trieste o architetto Venezia) o se pensare global e puntare decisamente sul prodotto (web design o architetto).

Le variabili discriminanti

Non c’è una regola fissa, si deve valutare caso per caso: le variabili discriminanti sono il numero di concorrenti e la ricchezza del sito in termini di contenuti.

  1. Se il prodotto è di nicchia e i concorrenti sono pochi si può puntare a un buon posizionamento nella ricerca generica del prodotto. Ma per arrivare ai primi posti della SERP il sito deve essere ricco di contenuti che valorizzano il prodotto, soprattutto se i concorrenti non sono veramente così pochi.
  2. Se il sito è ricco di contenuti inediti, interessanti e sempre aggiornati si può puntare a un buon posizionamento nella ricerca generica del prodotto. Ma i contenuti devono essere di elevata qualità e i concorrenti non troppo aggressivi…
  3. Se i concorrenti sono tanti e il sito ha pochi contenuti conviene decisamente puntare a un buon posizionamento nella ricerca locale. L’alternativa è un brillante posizionamento del vostro sito … in decima pagina!
le variabili discriminanti sono contenuti e concorrenti

Le variabili discriminanti sono il numero dei concorrenti e la ricchezza dei contenuti

La vostra città vi sta stretta?

Alcuni consigli da adottare se rientrate nel terzo caso e la visibilità locale non vi basta:

  • ottimizzate il sito per un buon posizionamento naturale sul mercato locale concentrando la SEO sia sul prodotto che sulla città;
  • per avere più visibilità in termini di prodotto impostate una campagna pay per click;
  • per farvi conoscere sul mercato nazionale sfruttate i social media, ottimi per il passaparola;
  • e soprattutto organizzatevi per arricchire il sito con contenuti di qualità, inediti e sempre aggiornati.

E voi osate global?

Post aggiornato il 14/02/2014