Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted by on 13 Dic 2016 in marketing

Mailing efficace: ingredienti

Mailing efficace: ingredienti

L’email marketing (o mailing) è l’invio di messaggi via posta elettronica a scopo informativo o promozionale.

Due sono gli obiettivi principali del mailing:

  • rafforzare l’immagine e fidelizzare informando con la Newsletter;
  • vendere subito offrendo sconti e promozioni con il DEM – Direct Email Marketing.

Tutto chiaro vero? Non servirà mica scrivere un altro articolo su questo argomento dal sapore un po’ antico?

E invece ogni giorno vediamo aziende che …

  • 😒 raccolgono indirizzi email da anni ma non li hanno usati mai;
  • 😨 mandano email promozionali con il client di posta del computer, per conoscenza nascosta;
  • 😵 mandano email promozionali ma non hanno la minima idea di quanti le ricevano;
  • 😱 dopo aver inviato grandi quantità di email promozionali attraverso il proprio server sono finite in qualche black list compromettendo immagine e invii futuri.

Nessuna di queste aziende ottiene risultati con l’email marketing, pur sprecando tanto tempo e risorse.

Nel frattempo altre aziende – dalla A di Amazon alla Zeta di Zalando – vendono e rafforzano la loro posizione.

E noi riceviamo messaggi ogni giorno, in base ai nostri interessi e agli acquisti passati. Li apriamo, ammiriamo o critichiamo, ci pensiamo o clicchiamo, acquistiamo o recensiamo. Non sempre ma sicuramente tutte le volte che ne abbiamo il tempo.

L’email marketing non è affatto in crisi per chi sa come usarlo.

Quali sono gli ingredienti per un mailing efficace?

1) Indirizzi
Per un mailing efficace serve una mailing list, cioè indirizzi di persone interessate ai nostri prodotti e alle nostre comunicazioni.

Non conta la quantità ma la qualità degli indirizzi.

Come raccogliere indirizzi utili?

  • offrite in cambio sconti o contenuti esclusivi;
  • rispettate le disposizioni di legge;
  • diffidate assolutamente dagli elenchi in vendita.

2) Piattaforma
Ormai per l’invio di grandi quantità di messaggi ci sono talmente tante regole e variabili che l’unica soluzione sono le piattaforme specializzate. I costi del servizio variano in base al numero di indirizzi e di messaggi spediti. Tante piattaforme si possono usare gratuitamente fino a un certo numero di indirizzi. Le piattaforme offrono anche funzionalità analitiche per misurare l’efficacia di ogni invio.

3) Creatività
Per un mailing efficace ogni dettaglio è strategico.

Oggetto: deve invogliare ad aprire il messaggio. Deve assolutamente essere coerente con il contenuto. Tecnicamente si possono usare anche le emoji, valutate se è il caso.

Oggetto sbagliato messaggio cestinato.

Alcuni esempi di oggetto direttamente dalla mia casella di posta di oggi:
ecco quello che ti serve; 10 € di sconto per te; il segreto per convincere a scegliere proprio te; sottocosto online; -50% sulle giacche; How to Create a Fullwidth Gallery; 15 Web Design Podcasts to Add to Your Listening Queue.

Contenuto: un testo breve che introduca il nuovo articolo del blog o il prodotto in promozione.

Immagini: chi apre il messaggio vuole vedere cose belle. Attenzione al responsive. Ricordatevi la descrizione (alt).

Call to action: leggi tutto, compra, scopri – un pulsante con link che rimanda al sito.

Vietato annoiare o infastidire il destinatario: per cancellarsi dalla newsletter o per finire nello SPAM basta un semplice clic.

Il mailing è efficace solo se fatto bene, con tutti gli ingredienti giusti. Per risparmiare tempo e risorse meglio rivolgersi a un professionista.

Noi per esempio lo facciamo da tanti anni, contattaci!

Share This